lunedì 3 gennaio 2011

La propaganda ingannevole del forum nucleare


Avrete senz'altro già visto in TV il famoso spot promosso dal Forum Nucleare Italiano di Chicco Testa, tramite il quale aprire presso l'opinione pubblica un dibattito sul ritorno del nucleare in Italia. Ovviamente lo spot è finanziato da coloro che con il nucleare prevedono di trarne grande profitto (non certo noi italiani), a promuovere la campagna sono state infatti Confindustria, Enel, Edf International, Ansaldo Nucleare, Sogin, grandi imprese interessate all’enorme giro di denaro che un investimento del genere in Italia comporterebbe. Dopo un po di apatia generale, ecco finalmente arrivare qualche sana reazione, bene hanno fatto alcuni blogger a denunciare pubblicamente all'antitrust questo ignobile spot.

Perchè ignobile ? Cerchiamo di arrivare ad una risposta convincente e condivisibile, senza entrare nel merito della discussione e senza tirare in ballo l'essere nuclearista o meno. Analizziamo lo spot!

Lo spettatore viene guidato attraverso la metafora di una partita a scacchi (che si scoprirà poi essere giocata contro se stessi) cercando di sottolineare una patina di imparzialità. I due alter'ego appaiono affrontarsi ad "armi pari" in una intensa sfida intellettuale, allo scopo di dipanare i dubbi circa i pro e i contro di una loro scelta importante. Chi vince la partita sconfiggerà l'avversario, la posta in palio è l'idea che una scelta sia vincente e l'altra sia (di contrappunto) inesorabilmente perdente.

Ed ecco come gli strateghi del marketing riescono con pochi semplici trucchi a creare l'imbroglio della suggestione, si tratta senza ombra di dubbio di esperti e professionisti della comunicazione emozionale. L'aspetto più divertente sta infatti nello scovare i loro trucchi e smascherarli.

La voce fuori campo

Il nuclearista ha una voce calda e suadente, decisa e rassicurante, quasi "professorale". L'antinuclearista ha una voce incerta, indecisa, esprime angoscia e perplessità, vibra di timore reverenziale. Lo spettatore si trova inconsciamente ad instaurare un legame empatico di fiducia con la voce più calda, che infonde un senso di sicurezza anzichè di paura.

La partita a scacchi

Il pezzo bianco è ovviamente a vantaggio del nuclearista, mentre il pezzo nero, culturalmente associato alla notte, alla morte, all'oblio, è del "perdente" antinuclearista. Il bianco gioca in maniera decisa e sicura, muovendo velocemente e con autorità i pezzi sulla scacchiera, mentre il nero è titubante e sembra quasi "trascinarli" verso la posizione prestabilita. Il bianco offre in sacrificio il suo alfiere all'alfiere nero, il quale abbocca e corre a mangiarselo, ma non si accorge che in questo modo libera la via al cavallo bianco, che avanza spavaldo verso il re avversario in maniera devastante, preludendo ad una rapida conclusione della partita a favore del bianco. Nel frattempo che il bianco muove il cavallo in maniera così fiera, la voce fuori campo recita "oppure è una grande mossa...". Il nero appare giocare solo di reazione, il bianco guida la partita con autorevolezza, e assai probabilmente vince!

L'aspetto dei giocatori

Nella partita contro se stessi, ci si aspetterebbe che i due giocatori fossero assolutamente identici, invece non è assolutamente così, provate voi stessi a verificare avanzando al rallentatore verso alcuni fotogrammi chiave nella parte conclusiva del filmato. Il viso del nuclearista è simmetrico, liscio, sorridente, mentre quello dell'antinuclearista ha il naso storto e con la gobba, una postura leggermente forzata, lineamenti più stanchi, associabili alla sensazione di sgradevolezza. I capelli del nuclearista sono lucidi e ben pettinati, i capelli dell'antinuclearista sono più grigi e spenti. Stesso discorso quando l'inquadratura si apre e si scorgono altre coppie intente allo stesso gioco, anche nella donna la parte che tiene il bianco (nuclearista) è più vivace e colorata, l'atra più scialba e trasandata. Il messaggio è che "nucleare è giovane", mentre "antinucleare è vecchio".

Se non sono professionisti questi....

Decisamente meglio sono le varie parodie che impazzano in rete in cui il filmato viene doppiato e i dialoghi ridiventano più corretti e accurati scientificamente. In rete di filmati ne potete trovare tanti, sia seri che semiseri, ne ho aggiunto solo uno per dovere di cronaca, perchè un serio dibattito sul nucleare preferirei vederlo fare con una informazione corretta, non con i volgari trucchi del marketing.


1 commento:

  1. Uno che definisce "cretinata" l'igienismo, che ha come caposaldo il non consumo di carne e latte (la cui produzione sono fra le cause principali della distruzione del pianeta)..non mi pare possa avere gran credibilità su altri temi ambientali.
    Max

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento se desideri contattare l'autore del post o discuterne il contenuto. Ricorda che sebbene la censura non piaccia a nessuno e i commenti non siano moderati mi riserberò il diritto di cancellarli qualora il contenuto sia volgare, irrispettoso, diffamante, off-topic, o semplicemente inappropriato.